Il maggior teorico della Semiotica scende sul terreno del Mito per ricostruire i racconti e i proverbi, i linguaggi e i riti della sua terra d’origine: la Lituania. Nell’introduzione metodologica e nella discussione con gli ellenisti, attraverso la sua teoria narrativa e l’esperienza lessicografica, Greimas ridefinisce i modelli antropologici di Claude Lévi–Strauss e quelli folklorici di Vladimir Propp. Una lettura archeo–semiotica dei miti del fuoco e dell’acqua, della fortuna e del destino che integra e sviluppa gli esiti trifunzionali della mitologia indoeuropea del grande Georges Dumézil.

Algirdas Julien Greimas (1917–1992), lituano d’origine, è uno dei maestri della semiotica strutturale, fondatore della scuola generativa. È stato direttore dell’École des Hautes Études en Sciences Sociales (EHESS) di Parigi. Ha diretto il Centro Internazionale di Semiotica e Linguistica di Urbino. Fra le opere edite in italiano: Del senso (1974), Del senso 2 (1983), Miti e figure (1995), Semiotica delle passioni (con Jacques Fontanille, 1996), Semantica strutturale (2000), Dell’imperfezione (2004), Semiotica. Dizionario ragionato della teoria del linguaggio (con Joseph Courtés, 2007).

Algirdas Julien Greimas
Mitologiche. La semiosfera lituana
Documenti di lavoro 9, Centro Internazionale di Semiotica e Linguistica di Urbino, Collana Riflessi
Aracne
2017

Greimas A. J., Mitologiche. La semiosfera lituana, Documenti di lavoro 9, Centro Internazionale di Semiotica e Linguistica di Urbino, Collana Riflessi, Aracne, 2017

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *